NOEMA Home › NEWS
Tecnologie e Società

 

OpenOffice.org Conference di Orvieto
02/11/2009

Italo Vignoli

L'evento è organizzato dall'Associazione PLIO e dal LUG di Orvieto con sessioni in lingua italiana su progetto scuola e sviluppo con OOo

La OpenOffice.org Conference di Orvieto si aprirà mercoledì 4 novembre, nella splendida cornice medievale del Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto, di fronte a delegati che arrivano dai cinque continenti per discutere della suite di produttività individuale più diffusa nel mondo. La novità assoluta di questa edizione della conferenza sono le sessioni in italiano dedicate al progetto scuola e allo sviluppo con OpenOffice.org, organizzate con l'obiettivo di favorire la presenza del pubblico locale.

Il Programma della Conferenza è accessibile attraverso il sito dedicato all'evento - http://www.ooocon.org - dove si trova il modulo di registrazione, che ha un costo simbolico di 10 Euro e di 2 Euro per gli studenti.

La conferenza è un momento fondamentale di confronto tra le aziende e i membri della comunità, tra gli sviluppatori e i volontari che svolgono le attività di quality assurance, localizzazione e marketing. Inoltre, i membri del Progetto Renaissance di OpenOffice.org illustreranno come pensano di migliorare la User Experience di OpenOffice.org, e confronteranno il loro approccio con quello degli sviluppatori di Lotus Symphony e RedOffice.

La conferenza si svolge con alcune sessioni plenarie e numerose sessioni parallele durante le quali parleranno sia i singoli membri della comunità sia gli esponenti delle principali aziende che sostengono o il progetto OpenOffice.org o il formato standard OpenDocument Format (ODF), tra cui Sun, IBM, Redflag 2000, Novell e Microsoft.

La OpenOffice.org Conference sarà preceduta da un grande evento internazionale dedicato all'interoperabilità, la ODF Plugfest, che si terrà sempre a Orvieto il 2 e 3 Novembre. Nel corso delle due giornate di lavoro, gli esperti del formato ODF - standard ISO/IEC 26300 per i documenti da ufficio - si confronteranno sia sugli aspetti di evoluzione del formato sia su quelli di implementazione delle funzioni per una completa compatibilità tra i diversi software che lo supportano.

Gli sponsor della Conferenza di Orvieto sono:
Platinum: AICA, EurOffice (Ungheria), IBM, Setek Group e Sun,
Gold: BrOffice (Brasile), Oracle, Redflag 2000 (Cina) e Yacme,
Silver: Engineering e Sistematica.

La conferenza è patrocinata da Regione Umbria, Provincia di Terni, Comune di Orvieto, Consorzio SIR Umbria, Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto, e Centro di Competenza Open Source.

Inoltre, ci sono sponsor tecnici che contribuiranno alla riuscita dell'evento con i propri servizi: Akebia, Axant, COMI, Gerix, Orvieto TV, Orvieto Underground, e Radio Orvieto Web.

Senza il supporto di queste aziende, l'evento - che sarà il più grande nella storia di OpenOffice.org e il primo con una sessione in lingua italiana - non avrebbe mai potuto avere luogo.

Link Utili

Associazione PLIO: http://www.plio.it
OpenOffice.org 3.1 in italiano: http://it.openoffice.org/download/
Guida a OOo 3.0 in inglese (PDF): http://tinyurl.com/GuideOOo30
Modelli in Italiano: http://templates.services.openoffice.org/it
FAQ su OOo dal Newsgroup Italiano: http://tinyurl.com/OOoITFAQ
OpenOffice.org nelle altre lingue: http://download.openoffice.org
Estensioni per OOo: http://extensions.services.openoffice.org
OOoCon: http://www.ooocon.org/

L’Associazione PLIO, Progetto Linguistico Italiano OOo, raggruppa la comunità italiana dei volontari che sviluppano, supportano e promuovono la principale suite libera e open source per la produttività negli uffici: OpenOffice.org. Il software usa il formato dei file Open Document Format (standard ISO/IEC 26300), legge e scrive i più diffusi tra i formati proprietari, ed è disponibile per i principali sistemi operativi in circa 100 lingue e dialetti, tanto da poter essere usato nella propria lingua madre quasi dal 100% della popolazione mondiale. OpenOffice.org viene fornito con la licenza GNU LGPL (Lesser General Public Licence) e può essere utilizzato gratuitamente per ogni scopo, sia privato che commerciale.

PLIO, Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org: http://www.plio.it. Vola e fai volare con i gabbiani di OpenOffice.org: usalo, copialo e regalalo, è legale!

Italo Vignoli per Associazione PLIO
+39 (348) 5653829 - italo@italovignoli.com

http://www.plio.it














Cerca dentro NOEMA - Search inside NOEMA



Iscriviti! - Join!

 

RSS

 

Top