NOEMA Home › STUFF
Tecnologie e Società

 

Autore: Domenico Quaranta
Luogo: Milano
Editore: Vita & Pensiero
Anno: 2004
Lingua: Italiano
Allegati: nn
Prezzo: 14 €
ISBN: 88-343-1971-0

Net Art 1994 - 1998
Recensione di Simona Caraceni


Il lavoro di Domenico Quaranta si incentra sulla vicenda di Ada'web (il nome Ada deriva da Lady Ada Augusta Lovelace, progettista, insieme a Babbage, del primo calcolatore), una vera e propria "fonderia digitale" di idee artistiche.

Nata nel 1994 dall'iniziativa di un imprenditore e consulente finanziario, John Borthwick, e curata da un giovane ed intraprendente critico d'arte, Benjamin Weil (si veda in proposito su Noema un'intervista a cura dello stesso Domenico Quaranta), Ada'web ha attraversato, come NetMagazine e MagNet (gli "antesignani" dell'esperienza di Noema), quel periodo che va dal 1994 al 1998, anni cruciali per la Net Art e per Internet.

Come NetMagazine Ada'web è passata attraverso il periodo delle BBS come fase di esperienza creativa nell'ambito della Net Art. Ma, a differenza di NetMagazine, Ada'web si è configurata sin dall'inizio come esperienza fra l'imprenditoriale e l'artistico grazie alla fisionomia dei due fondatori, che hanno fatto della "foundry" sia un contesto dove gli artisti potessero sperimentare, sia un luogo di conservazione e documentazione, che diventasse un importante archivio, interessante anche per realtà museali o di ricerca capaci di investire nei progetti artistici, addirittura per AOL. Ada'web era nata "come impresa commerciale, sul confine fra commercio ed arte", per "promuovere un nuovo approccio all'economia dell'arte" grazie alle nuove tecnologie.

L'esperienza di Ada'web si concluderà in un certo qual modo nella collezione del museo di Minneapolis, costituendo un precedente cruciale nella storia della Net Art, ma risultando un'esperienza estremamente interessante per tutti coloro che si occupano di arte, nuove tecnologie ed imprenditorialità.

Pro: Un testo nato come presentazione di un'esperienza di Net Art, ma che, soprattutto grazie all'accuratissima bibliografia e sitografia, permette di accostare il lettore al fenomeno Net Art a 360 gradi
Contro: Domenico Quaranta introduce il testo con una parte esplicativa su Internet e sulla Net Art che sbilancia il testo da specialistico, come meriterebbe, a "testo per tutti"














Cerca dentro NOEMA - Search inside NOEMA



Iscriviti! - Join!

 

RSS

 

Top