NOEMA Home SPECIALS › La simulazione del reale nel Quattrocento Fiammingo
Tecnologie e Società
Main
1400, il secolo
della
appropriazione
della realtà
Il 400
fiammingo
La tecnica ad
olio e la luce
Jan van Eyck
I Coniugi
Arnolfini
e la
realtà virtuale
Bibliografia

 

La simulazione del reale nel Quattrocento Fiammingo

Caterina Pennestrì

 

[Ricerca realizzata per l'esame del Corso di Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa
(prof. Pier Luigi Capucci), DAMS, Università di Bologna, A.A. 2002/2003
Programma del corso (pdf,12 Kb)]

 

 

Nel Quattrocento la scoperta del reale non ha come unico centro propulsore Firenze e come unico protagonista delle arti figurative Masaccio ma, negli stessi anni, parallelamente nelle Fiandre, Jan van Eyck e altri maestri fanno del Quattrocento fiammingo l’altro grande punto di riferimento culturale per l’Europa del tempo ottenendo, con mezzi diversi dalla prospettiva, superbi risultati di simulazione dello spazio e della realtà tutta.