NOEMA Home SPECIALS › La musica nell'epoca della sua riproducibiltà tecnica
Main
Premessa
Il dibattito sulla società di massa
Uno sguardo al contesto storico, sociale e culturale
La musica e la società di massa
L'inizio del dibattito sulla musica nel repertorio colto
Gli effetti della riproducibilità tecnica sulla musica
Bibliografia

 

La musica nell'epoca della sua riproducibilità tecnica

di Claudia Bellini

 

[Ricerca realizzata per il Corso di Teoria e tecniche delle comunicazioni di massa
(prof. Pier Luigi Capucci), DAMS, Università di Bologna, A.A. 2001/2002
Programma del corso: nuovo ordinamento (pdf, 10 Kb); vecchio ordinamento (pdf, 12 Kb)]

 


 

Negli anni trenta del secolo scorso gli intellettuali si trovano a dover affrontare il problema delle nuove modalità di fruizione dell'opera d'arte, rese possibili dall'avvento di tecnologie innovative. Theodor Adorno, filosofo della "Scuola di Francoforte", scrive considerazioni estremamente negative sull'operato dell'industria culturale, responsabile, grazie alle nuove tecniche di registrazione, della mercificazione delle opere d'arte, della loro feticizzazione. Fanno da contraltare a tale visione le idee di Abraham Moles. Con l'invenzione dei mezzi che permettono l'immagazzinamento del suono, esso diventa un oggetto concreto e la musica si trova nella stessa situazione in cui si è trovata la letteratura dopo l'invenzione della stampa.