NOEMA Home › IDEAS
Tecnologie e Società

 

Virtuality Conference
Ex Libris

 

Torino, 3-6 novembre 2005
Centro Congressi Torino Incontra

www.virtualityconference.it

Con Virtuality Conference (dal 3 al 6 novembre al Centro Congressi Torino Incontra), che segue a distanza di pochissimi giorni la prima edizione italiana di Resfest, Torino diventa la capitale italiana dell’immagine digitale ospitando il meglio della produzione internazionale e i protagonisti di quel mondo “virtuale” in cui s’intrecciano arte e high-tech, tecnologie del futuro e spettacolarità mediatica.

Giunta alla 6° edizione, la rassegna internazionale sintetizza le sue linee guide nello slogan Virtual everywhere, volto a sottolineare la demarcazione sempre più labile tra due mondi, quello reale e quello virtuale, che ormai s’intrecciano e si sovrappongono spesso nella vita d’ogni giorno. Grazie alla presenza di molti ospiti di eccezione, fra cui diversi Premi Oscar, Virtuality guida infatti il pubblico a scoprire i retroscena dell’arte digitale spaziando dal cinema all’architettura, dal design automobilistico alla moda, dai videogiochi alle tecnologie di realtà virtuale impiegate in settori eterogenei – dai beni culturali alla lotta al terrorismo – attraverso proiezioni, convegni, dibattiti e workshop.

A Virtuality saranno protagonisti alcuni dei maggiori specialisti internazionali di tecniche e tecnologie di realtà virtuale applicate ai più svariati ambiti. In primo luogo, naturalmente, il cinema, che anche in questa edizione è rappresentato dalle produzioni delle major più famose nel settore: Dreamworks, Pixar, Sony Pictures Imageworks, Moving Picture Company.

Realizzata come sempre dal Comitato organizzatore Virtuality Conference, la rassegna moltiplica quest’anno le sue collaborazioni, avviando anche, a conferma di un respiro sempre più internazionale, un gemellaggio con varie manifestazioni affini – eWeek di Barcellona, FMX di Stoccarda, Festival International du film d’animation à Annecy, Imagina di Montecarlo – e con ACM/Siggraph, il più importante salone mondiale di grafica digitale, che si è tenuto a Los Angeles quest’anno e sarà a Boston nel 2006.

Novità di quest’edizione è anche il programma speciale per gli studenti realizzato in collaborazione con Porte Aperte all'innovazione (Torino, 21-28 ottobre 2005), iniziativa che presenta al pubblico i lavori di strutture ed aziende d'eccellenza nell'ambito della ricerca e della tecnologia applicata a Torino.

Sempre agli studenti è dedicato il concorso di cinema digitale, computer graphics e animazione, che offrirà ai migliori tra i partecipanti una preziosa opportunità di mostrare il proprio lavoro a un pubblico di esperti di fama internazionale.

Il programma

Nell’intento di sottolineare le potenzialità delle nuove tecnologie, il loro impiego anche in campi imprevedibili, per la giornata inaugurale è in programma un evento speciale, organizzato congiuntamente con i GiovedìScienza, dedicato a L’amore e altri effetti speciali. Il giornalista Piero Angela, il regista Gabriele Cipollitti e Flavia Sparacino, fondatrice dello studio di interactive design Sensing Places e ricercatrice al MIT Media Lab di Boston, parlano non soltanto di quello straordinario “effetto speciale”, così importante dal punto di vista evolutivo, che è l’innamoramento, ma anche delle nuove tecniche utilizzate nell’ambito della divulgazione scientifica, e di quelle che, in un futuro prossimo venturo, consentiranno di amoreggiare in Internet con la telepresenza o di trovare l’anima gemella con il computer indossabile.
Tra i protagonisti di quest’edizione, presente in più appuntamenti del programma, Flavia Sparacino è interprete ideale del Virtual everywhere motto di quest’edizione attraverso i suoi progetti tecnologicamente all’avanguardia che investono gli ambiti più svariati: dal cinema, alla moda, all’architettura, all’entertainment. A Torino, l’allieva prediletta di Nicholas Negroponte presenta in anteprima mondiale, con una dimostrazione in diretta al pubblico, la televisione olografica interattiva, evoluzione del suo precedente expHand, noto anche come Minority Report interface, installazione di ultimissima generazione che permette di navigare in uno spazio tridimensionale con il solo movimento intuitivo delle mani, alla maniera di Tom Cruise nel film di Spielberg.

Le tecnologie digitali per il cinema sono protagoniste di diverse sessioni, con molti ospiti d’eccezione, tra cui Luca Prasso, della Dreamworks, già tra gli artefici del successo di Shrek (vincitore dell’Oscar come miglior film d’animazione nel 2001) e ora di nuovo alla ribalta con Madagascar, Michael Shantzis, della Pixar Studios, vincitore di un premio Oscar alla conquista scientifica e ingegneristica. Sul versante produttivo, un posto di rilievo nel programma è riservato alla Moving Picure Company, artefice degli effetti speciali di tanti film di successo, tra cui il recente La fabbrica di cioccolata.

Due omaggi speciali sono tributati in quest’edizione ad altrettanti grandi maestri italiani: a Dante Ferretti, premio Oscar 2004 per le scenografie di The Aviator, e a Bruno Bozzetto, padre fondatore del cinema d’animazione nazionale.

Tra gli importanti antesignani dei diversi settori, Virtuality ospita anche Alberto Menache, il pioniere della motion capture, mago degli effetti speciali in tutti i più recenti film della Sony Pictures Imageworks (tra cui The Polar Express e i due candidati all’Oscar Stuart Little 2 e Batman Returns), autore di spot pubblicitari e di videogame, così come del più importante testo sull’utizzo della motion capture nella moderna animazione, Understanding Motion Capture for Computer Animation and Video Games.

Uno degli ospiti d’onore di Virtuality 2005 è Paul Debevec, il maggiore esperto mondiale delle tecniche d’illuminazione sintetica nel 3D – premio Siggraph 2004 per la sua celebre ricostruzione digitale del Partenone e, sempre nel 2004, vincitore del premio Ars Electronica di Linz – che, presentato da Sebastian Sylwan, dell’Institute for Creative Technologies dell’University of Southern California, illustra avanzate e stupefacenti tecniche di rappresentazione digitale della luce.

Sono tra i protagonisti di quest’edizione anche alcuni pionieri del virtuale, come il padre dell’ipertesto Ted Nelson, a cui si deve il conio del termine virtuality, e l’esperto di performing media Carlo Infante. Parallelamente, Virtuality è anche il palcoscenico su cui i nuovi specialisti del 3D, come Carlo Alfano dei Lumiq Studios, e il giovane talento Gianluca Dentici presentano le loro ultime creazioni.

L’architetto Benedetto Camerana, che ha firmato il progetto del villaggio olimpico a Torino, il direttore della rivista “Domus” Stefano Boeri e Maurizio Cilli, coordinatore di glocalmap.to, progetto per le Olimpiadi della Cultura di Torino 2006, esplorano, in una specifica sessione, il ruolo del virtuale nell’architettura, con interlocutori autorevoli come il norvegese Kim Baumann Larsen, esperto di virtual eniviroments e computer graphics. Una novità di quest’edizione è, inoltre, la sessione coordinata da Lorenza Pininfarina e dedicata alle tecnologie digitali nella progettazione automotive, che vede la partecipazione di numerose aziende del settore e di significativi esponenti dell’Italian design.

Un’ulteriore sessione, presieduta da Flavia Sparacino, è dedicata alle nuove opportunità che la grafica tridimensionale sta aprendo per il fashion design, con la partecipazione di importanti personalità del mondo della moda: la costumista Gabriella Pescucci, vincitrice di due premi Oscar, che ha “firmato” gli abiti di moltissimi film, tra cui il recente La fabbrica di cioccolata, e sarà la griffe ufficiale anche dei Giochi olimpici invernali di Torino 2006, Beppe Modenese, presidente onorario della Camera della Moda, e Marina Garzoni, fondatrice del talkshow “Moda e Tecnologia”. Accanto a questi, sono presenti esponenti di rilievo delle nuove tecnologie, fra cui Javier Reyes, fondatore e direttore di Virtual Fashion, compagnia di Madrid che ha recentemente lanciato un nuovo software per la creazione simulata di abiti.

A sottolineare l’attenzione particolare riservata in quest’edizione alle tecnologie al servizio dell’entertainment, figura tra i nomi di spicco del programma il videodesigner Habib Zargarpour, nuovo talento forgiato all’Industrial Light & Magic di George Lucas. Forte della solida esperienza nel mondo del cinema (dove ha ottenuto due nomination all’Oscar per gli effetti speciali di Twister e The Perfect Storm), il giovane ma già riconosciuto maestro della computer grafica in 3D si dedica oggi con successo e risultati eccezionali sul piano visivo alla realizzazione di videogiochi. A Virtuality presenta in anteprima italiana la sua nuova creazione, Need for Speed Most Wanted.

In sintonia con lo slogan Virtual everywhere che quest’anno contraddistingue la manifestazione, al Centro Congressi Torino Incontra viene allestita una mostra i cui visitatori possono “immergersi” nelle installazioni realizzate da artisti e tecnici italiani, francesi, svedesi, spagnoli e statunitensi. Le opere – firmate da Josephine Anstey, Bino & Cool, Franz Fischnaller, Hans Hauska, Torbjorn Johansson, Jackie Matisse, Dan Neveu, Dave Pape, Agueda Simo – invitano il pubblico a partecipare a svariate e affascinanti esperienze virtuali: manovrare aquiloni e suoni contemporaneamente, visitare luoghi reali e immaginari, viaggiare attraverso mondi microscopici, animare marionette su una pista da ballo, entrare in un antico palazzo cipriota ricostruito...

La creatività digitale è protagonista anche all’AB+, locale torinese che si distingue per la sua attività di promozione dell’arte contemporanea e che ospita, in concomitanza con Resfest e Virtuality Conference, l’installazione realizzata appositamente da Studio Azzurro, il pionieristico collettivo milanese che da più di vent’anni è impegnato a indagare le possibilità poetiche ed espressive delle nuove tecnologie.

Arriva direttamente dal più importante salone mondiale di computer graphics e tecniche interattive la sezione Siggraph Reloaded, dedicata agli appassionati che non hanno potuto seguire la manifestazione a Los Angeles. Nell’ambito di Virtuality viene infatti proiettato a ciclo continuo l’intero programma dell’Electronic Theater e dell’Animation Theater presentati a Siggraph 2005, fra le più importanti rassegne di animazione e computer graphics al mondo.

Uno spazio speciale è dedicato ai videogiochi, con la presentazione dei più innovativi esempi della creatività italiana e delle ultime novità internazionali, tra cui la XBOX 360, la nuova console di casa Microsoft in vendita in Italia a Natale e presentata in anteprima a Virtuality attraverso una serie di demo station a disposizione del pubblico. Parallelamente, sono in programma dibattiti sullo stato dell’arte fra rappresentanti delle major e produttori indipendenti come l’italiana Molleindustria, con ospiti di rilievo, fra cui Maurizio Zazzaro ed Evita Barra di Microsoft, Fabrizio Rampolla di WPP Group, Antonio Farina di Milestone, Roberto Marino della Nuova Accademia Belle Arti di Milano, Fabrizio Vagliasindi dello IULM di Milano e Michael Jones del VectorLab del Powerhouse Museum di Sidney. Un’intera sala hands on consente ai visitatori di provare personalmente i giochi d’ultima uscita.

Tradizionale appuntamento serale di Virtuality, l’evento Digital delirium viene quest’anno completamente rinnovato. I video digitali – appositamente creati per l’occasione da un gruppo di autori torinesi di avanguardia, coordinati dal video-artista Alessandro Amaducci – saranno mixati in tempo reale nel corso di uno spettacolare vj-set accompagnato dalle musiche elettroniche scelte dal dj MGZ.

Nel contesto di Virtuality si svolge anche quest’anno il convegno tecnico-scientifico di MIMOS (Movimento Italiano Modellazione e Simulazione), giunto alla sua quinta edizione, che offre un’ampia panoramica sulle più avanzate applicazioni delle tecnologie di realtà virtuale in settori eterogenei: dalla valorizzazione dei beni culturali alla lotta al terrorismo, dalla chirurgia al monitoraggio del traffico aereo.

UFFICIO STAMPA

Ex Libris
via Palazzo di Città 21 - 10122 Torino; via Casoria 47 - 00182 Roma
tel. 011 5216419; tel. 06 70307290; fax 011 4358610
e-mail ufficiostampa@exlibris.it

Emanuela Currao: cell. 338 8216292 - e.currao@exlibris.it
Giuliana Martinat: cell. 347 4249054 - g.martinat@exlibris.it


SEDI E INGRESSI

Virtuality Conference si svolge al Centro Congressi Torino Incontra, in via Nino Costa 8.
La manifestazione è a ingresso libero.
L’evento speciale in collaborazione con i GiovedìScienza si svolge al Teatro Colosseo,
in via Madama Cristina 71/A.
L’evento Digital Delirium si svolge all’Hiroshima mon Amour, in via Bossoli 83.


SITO INTERNET

www.virtualityconference.it


INFO

Segreteria Virtuality Conference
corso Lombardia 194 - 10149 Torino
Eleonora Perlo
tel. 011 5697217 - fax 011 5697219
eperlo@virtualityconference.it


Virtuality Conference

realizzata da
Comitato organizzatore Virtuality Conference
Gianfranco Balbo (presidente)
Adriano Andruetto
Nello Balossino
Bruno Gambarotta
Angelo Raffaele Meo

Direttrice artistica
María Elena Gutiérrez

Comitato scientifico
Adriano Andruetto
Gianfranco Balbo
Valter Ballarini
Franco Bevione
María Elena Gutiérrez
Vincenzo Lombardo
Sebastian Sylwan

Sponsor
Compagnia di San Paolo
Fondazione CRT
Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Torino
Città di Torino
Regione Piemonte
Provincia di Torino
Microsoft
Panasonic
Torino Incontra - Centro Congressi
Milestone
Leader
Victoria Hotel
Gettyimages

In collaborazione con
ACM/Siggraph
Imagina 06
eWeek
FMX
Festival International du film d’animation à Annecy
MIMOS
AB+
GiovedìScienza
Porte Aperte all’Innovazione
Hiroshima Mon Amour



Programma

GIOVEDÌ 3 NOVEMBRE

mattino CENTRO CONGRESSI TORINO INCONTRA

Ore 8.30 Registrazione e apertura della XBOX Room, della Immersive ART Room e degli stand espositivi

Sala Cavour

Ore 9 SALUTI E INTRODUZIONE
Interviene Gianfranco Balbo vicerettore per i Sistemi Informativi dell’Università degli Studi di Torino, presidente del Comitato organizzatore Virtuality Conference.

Ore 10 OMAGGIO A
The Moving Picture Company (MPC)
Interviene Michael Elson direttore di produzione a MPC
La Moving Picture Company, MPC, è una delle più importanti case di produzione al mondo nel campo dell’animazione e degli effetti speciali digitali per la pubblicità, la televisione e per il cinema. Ha creato campagne pubblicitarie di altissimo profilo per clienti come Nike, Levi's, Stella Artois e Adidas, programmi televisivi per BBC, Channel 4 e Discovery Channel, e ha realizzato gli effetti speciali per molti film di successo: da Tomb Raider alla serie di Harry Potter, da Troy a Alien vs Predator, da Batman Begins al recente La fabbrica di cioccolata e al Wallace & Gromit: The Curse of the Were-Rabbit di prossima uscita. Nella presentazione di MPC, Michael Elson ne ripercorre la storia raccontandola attraverso le più importanti produzioni.

Ore 11.15 ANIMAZIONE ED EFFETTI SPECIALI. I SESSIONE
INVITED TALK
The Past, Present and Future of Motion Capture
Interviene Alberto Menache Senior CG Supervisor della Sony Pictures Imageworks
Pioniere della motion capture, Alberto Menache ha collaborato alla maggior parte delle recenti produzioni della Sony Pictures Imageworks, tra cui il recente The Polar Express e i due film candidati all’Oscar Stuart Little 2 e Batman Returns. È autore di spot pubblicitari e di videogame, oltre che di Understanding Motion Capture for Computer Animation and Videos Game, testo fondamentale sull’uso della motion capture nella moderna animazione.

Ore 12.15 INVITED TALK
Light them in Post: The Light Stage Performance Relighting Process
Interviene Paul Debevec esperto di tecniche di illuminazione sintetica in 3D, direttore dell’Institute for Creative Technology all’USC-University of South California

Presenta Sebastian Sylwan ricercatore all’Institute for Creative Technologies della University of Southern California
Maestro dell’illuminazione sintetica in 3d, Paul Debevec presenta le nuove tecniche utilizzate per riprendere un attore sulla scena in modo tale che la luce su di lui possa essere graduata Tali tecniche consentono anche di collocare un attore su un background plate o un set virtuale facendolo apparire come realmente presente. L’intervento si sofferma anche sull’allestimento delle luci di scena per creare attori digitali con sembianze realistiche nei film di recente produzione e sulla presentazione dei risultati più avanzati nell’illuminazione degli attori con luci spazialmente variabili (per esempio, ombreggiature di fogliame o tende alla veneziana).

Sala Giolitti

Ore 9.25 MIMOS. La Simulazione nel settore aerospaziale
L’associazione MIMOS (Movimento Italiano Modellazione e Simulazione), che riunisce enti, aziende, professionisti e università impegnati nell’ambito della simulazione e della realtà virtuale, organizza, contestualmente a Virtuality Conference, la 5° edizione del proprio Convegno tecnico-scientifico annuale. In tale ambito, una quarantina dei più qualificati esperti italiani e alcuni noti esponenti stranieri del settore effettuano un’ampia panoramica sulle applicazioni degli strumenti e delle metodologie di simulazione più avanzate oggi disponibili.


Sala Einaudi

Ore 9 Siggraph Reloaded
Dal più importante salone mondiale di grafica digitale e tecniche interattive, ospitato quest’anno a Los Angeles, una selezione di video che comprende, tra il resto, l’intero programma dell’Electronic Theater e dell’Animation Theater, le due rassegne di settore maggiormente significative a livello internazionale.
Prosegue per l’intera durata di Virtuality

Virtuality’s Collection. Video-arte dal mondo
Selezione dei migliori fra i video inviati a Virtuality da tutto il mondo
Prosegue per l’intera durata di Virtuality


XBOX Room

Ore 9 Prova la XBOX 360!
A cura di Microsoft
Dieci demo stations della nuovissima XBOX 360, non ancora in vendita al pubblico, da provare in anteprima.
Prosegue per l’intera durata di Virtuality



Virtual Theater

Ore 9 VR Show: Mostra d’arte interattiva in realtà virtuale
Dieci installazioni di artisti di tutto il mondo permettono al pubblico un’affascinante esperienza “immersiva”. L’arte si appropria degli strumenti della tecnologia più avanzata per espandere l’ambito della creatività all’insieme della percezione visiva. Le opere – firmate da Josephine Anstey, Bino & Cool, Franz Fischnaller, Hans Hauska, Torbjorn Johansson, Jackie Matisse, Dan Neveu, Dave Pape, Agueda Simo – sono create per sistemi VR CAVE o similari: proiezioni su base a largo schermo, con interazioni stereografiche 3D, e un sistema tracking per l’interazione del pubblico.
Prosegue per l’intera durata di Virtuality



pomeriggio CENTRO CONGRESSI TORINO INCONTRA

Sala Cavour

Ore 14 HAUTE VOLTIGE. Sessione plenaria congiunta con MIMOS
Esibizione in real-time del Virtual Haute Voltige Team, la prima pattuglia acrobatica virtuale al mondo – oggi parte della FAI, la Federazione Aeronautica Internazionale e formata da cinque piloti più il regista video – che sfrutta le potenzialità dei moderni simulatori di volo per personal computer e la possibilità da loro fornita di volare in multiplayer attraverso Internet. Lo spettacolo, della durata di circa 20 minuti, mette in evidenza le difficoltà del volo in formazione virtuale e la bravura dei piloti che si sono allenati negli ultimi tre anni sempre in “rete”.

Ore 14.30 INTUITION. Sessione plenaria congiunta con MIMOS
Intervengono Bruno Arnaldi ricercatore in computer grafica all’INRIA-Institut National de Recherche in Informatique et en Automatique, Angelos Amditis Professore all’ICCS-Institute of Communication and Computer Systems, Teresa De Martino Scientific Officer presso la Commissione europea, Enrico Gaia Ingegnere aeronautico alla Alcatel Alenia Spazio,
Nicoletta Marchiandi Quatraro direttore del dipartimento Innovation & Technology della Camera di Commercio, Fabio Salsedo Senior Reserch Engineer alla Scuola superiore Sant’Anna
Presiede Giuseppe Varalda Senior Project Manager al CRF-Centro Ricerche Fiat
Network d’eccellenza, fondato dall’Unione Europea, INTUITION si occupa della diffusione delle applicazioni di realtà virtuale e degli ambienti virtuali sui luoghi di lavoro. Il forum intende dare un contributo, sia strumentale, sia fattivo, per elevare ad area d’eccellenza in Italia le tecnologie e le applicazioni virtuali, coerentemente con gli obiettivi generali che il network persegue a livello internazionale.


Sala Giolitti

Ore 17 MIMOS. Realtà virtuale e territorio


Sala Einaudi

Ore 14 Siggraph Reloaded

Virtuality’s Collection. Video-arte dal mondo


XBOX Room

Ore 14 Prova la XBOX 360!


Virtual Theater

Ore 14 VR Show: Mostra d’arte interattiva in realtà virtuale


TEATRO COLOSSEO

Ore 17.45 EVENTO SPECIALE IN COLLABORAZIONE CON “GIOVEDÌSCIENZA”
L’amore e altri effetti speciali. Dalle alchimie dell’alcova
a quelle della cabina di regia e Internet
Intervengono Piero Angela giornalista e scrittore, ideatore della rubrica scientifica televisiva “Quark”, Gabriele Cipollitti regista degli Speciali di Superquark, Flavia Sparacino fondatrice dello studio di interactive design Sensing Places e ricercatrice al Media Lab del MIT-Massachussets Institute of Technology
Presiede Piero Bianucci caporedattore del supplemento TuttoScienze de “La Stampa”
Partendo dal suo ultimo libro, dedicato a quello straordinario “effetto speciale” che è l’innamoramento, l’autore di Superquark racconta perché l’evoluzione ha inventato il sesso, che rapporto ha l’amore con la sessualità e con la fondamentale funzione riproduttiva, che cosa ci fa innamorare. Aiutato dal suo regista, racconta anche il backstage della più nota trasmissione divulgativa italiana. Un finale a sorpresa mostra dal vivo gli effetti speciali sull’amore messi a punto al Medialab del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston. Due le nuovissime tecnologie presentate: City of News, un navigatore tridimensionale grazie al quale sarà possibile incontrarsi in Internet con la telepresenza a partire da luoghi remoti, e il computer indossabile Museum Wearable, dispositivo interattivo di realtà aumentata che, progettato inizialmente come audiovisivo personalizzato per i visitatori dei musei, può essere impiegato come futuribile strumento per individuare affinità elettive e trovare l’anima gemella.
GiovedìScienza è ideata e organizzata da Extramuseum, Divulgazione Scientifica Torino, e coordinata da Pino Zappalà



VENERDÌ 4 NOVEMBRE

mattino CENTRO CONGRESSI TORINO INCONTRA

Sala Cavour

Ore 9 ANIMAZIONE ED EFFETTI SPECIALI. II SESSIONE
Pixar Animation Studio's Production Pipeline
and Integration of Third-Party Applications
Interviene Michael Shantzis graphics software engineer della Pixar Animation Studios
Partecipano Carlo Alfano direttore animazione di Lumiq Studios e Gianluca Dentici supervisore di Videa Visual Effects
Presiede Vincenzo Lombardo docente del MULTIDAMS dell’Università di Torino
Premio Oscar nel 1991 alla conquista scientifica e ingegneristica per CAPS, il sistema digitale ink & paint sviluppato in collaborazione con la Disney, Michael Shantzis parla dell’uso, oggi sempre più massiccio, del software nel processo di creazione di un lungometraggio di animazione e della non facile gestione e integrazione dei nuovi package nell’impianto produttivo degli studios.


Ore 11.45 INVITED TALK
Dagli effetti speciali alla realtà, dai film agli spazi narrativi interattivi:
l’illusione diventa vera
Interviene Flavia Sparacino fondatrice dello studio di interactive design Sensing Places e ricercatrice al Media Lab del MIT-Massachussets Institute of Technology
L’allieva prediletta di Nicholas Negroponte parla dei progressi tecnologici avvenuti negli ultimi dieci anni nel campo dell’elaborazione digitale dell’immagine e illustra le invenzioni frutto delle sue più recenti ricerche, presentando in particolare, in anteprima mondiale e con una dimostrazione in diretta al pubblico, la televisione olografica interattiva. Creata attraverso la combinazione dell’expHand, anche noto come Minority Report interface – un’installazione di ultimissima generazione che permette di navigare in uno spazio tridimensionale con il solo movimento intuitivo delle mani – con uno schermo olografico in 3D, la nuova televisione, suscettibile di impiego in svariati campi, è considerata uno dei prodotti più innovativi nell’ambito della tecnologia del futuro.


Sala Giolitti

Ore 9 MIMOS. Realtà virtuale e medicina

Ore 11.10 MIMOS. Il soggetto artificiale: simulazione e costruzione di una mente artificiale


Sala Einaudi

Ore 9 Siggraph Reloaded

Virtuality’s Collection. Video-arte dal mondo


XBOX Room

Ore 9 Prova la XBOX 360!


Virtual Theater

Ore 9 VR Show: Mostra d’arte interattiva in realtà virtuale


pomeriggio CENTRO CONGRESSI TORINO INCONTRA

Sala Cavour

Ore 14 ARCHITETTURA E COMPUTER GRAPHICS
Intervengono Kim Baumann Larsen architetto, direttore generale della società norvegese di progettazione in 3D Placebo Effects, Stefano Boeri architetto e urbanista, direttore della rivista “Domus”, Benedetto Camerana architetto, membro del Comitato Scientifico dello IED-Istituto Europeo di Design e titolare dello studio di progettazione Camerana & Partners, Maurizio Cilli architetto
Presiede Paolo Verri direttore dell’Associazione Torino Internazionale
La parola a quattro esperti impegnati su diversi fronti dell’architettura virtuale: Kim Baumann Larsen, direttore generale della società norvegese di progettazione in 3D Placebo Effects che produce effetti speciali per progetti architettonici; Stefano Boeri, direttore della rivista “Domus”, che racconta la globalizzazione indagando gli spazi della cronaca quotidiana; Benedetto Camerana, coordinatore del progetto del Villaggio Olimpico, la principale opera realizzata per le Olimpiadi di Torino 2006; Maurizio Cilli, ideatore del progetto “The beach”, la spiaggia metropolitana torinese ai murazzi del Po e coordinatore del gruppo di lavoro di glocalmap.to, progetto per le Olimpiadi della Cultura di Torino 2006.

Ore 16.15 DAL CINEMA ALL’AUTOMOTIVE DESIGN
Con la partecipazione di esponenti delle maggiori realtà imprenditoriali attive nel settore: Autostudi, Bertone, Carcerano, Fiat-Centro Stile, Fioravanti, Idea Institute, Italdesign (EdenLab), Pininfarina, Stola, Tesko TS
Presiede Lorenza Pininfarina consigliere di amministrazione della capogruppo Pininfarina S.p.A e presidente del Gruppo Carrozzieri Italiani ANFIA
Presentazioni di immagini e videoclip, incentrate sul ruolo della computer graphics avanzata - 3D, realtà virtuale e rendering nell’automotive. L’enfasi è posta non soltanto sull’aspetto della progettazione, attribuendo particolare rilevanza alle nuove tecnologie, fondamentale soprattutto per i carrozzieri, ma anche sulla promozione del prodotto.


Ore 18.45 OMAGGIO A
Bruno Bozzetto autore, regista e produttore di cinema di animazione
Presenta Dino Aloi vignettista e illustratore
Uno dei padri del cinema d’animazione italiano parla del suo lavoro, del suo glorioso studio, della sua nuova attività di libero professionista e delle nuove tecnologie che lo affascinano, come il 3D, e che sta sperimentando con un team di giovani di talento. Dedito quasi esclusivamente alla parte creativa, il regista sta, infatti, completando, con lo studio "Maga" di Massimo Carrier Ragazzi, una serie televisiva per bambini realizzata completamente in 3D.


Sala Giolitti

Ore 14 MIMOS. Realtà virtuale e anticrimine

Ore 14.50 MIMOS. La simulazione nella progettazione integrata


Sala Einaudi

Ore 14 Siggraph Reloaded

Virtuality’s Collection. Video-arte dal mondo


XBOX Room

Ore 14 Prova la XBOX 360!


Virtual Theater

Ore 14 VR Show: Mostra d’arte interattiva in realtà virtuale



sera HIROSHIMA MON AMOUR

Dalle ore 22:30 DIGITAL DELIRIUM
Progetto coordinato dal video artista Alessandro Amaducci
In un vorticoso mix dal vivo, le immagini digitali realizzate da artisti ed esperti attivi a Torino e le opere più interessanti trasmesse durante le giornate di Virtuality Conference vengono videoproiettate in più schermi e accompagnate da una selezione di musica elettronica, curata dal cantante e dj MGZ. Il tema dello spettacolo è la follia digitale che investe oggi il mondo della moving image: visualizzazioni in 3D, 2D, ma anche postproduzione, compositing e un’infinità di altre tecniche. Per guardare e ballare tutta la notte...



SABATO 5 NOVEMBRE

mattino CENTRO CONGRESSI TORINO INCONTRA

Sala Cavour

Ore 9 MADAGASCAR: IL MAKING OF
Interviene Luca Prasso supervisore tecnico ai personaggi digitali e sviluppatore di software per l'animazione digitale della PDI/DreamWorks
Supervisore tecnico ai personaggi digitali per la DreamWorks, già nel cast tecnico di Shrek (vincitore dell’Oscar come miglior film d’animazione nel 2001), Luca Prasso parla della sua ultima fatica, Madagascar, che ha comportato il superamento di moltissime sfide, tecniche, creative, artistiche. Ciò che si vede sullo schermo è frutto del lavoro di 300 persone durato più di tre anni, oltre che dell’intervento di quattro pinguini psicotici...


A seguire PORTFOLIO EXHIBIT REVIEW LIVE
Portfolio Exhibit Review Live è per tutti gli autori di video un modo di mettersi in gioco sottoponendo il proprio lavoro al giudizio del Premio Oscar Luca Prasso di PDI/Dreamworks. Aderendo all’invito diffuso attraverso il sito di Virtuality Conference e inviando un portfolio o show reel di 2 minuti si ha l’opportunità, se selezionati, di essere inseriti in una sessione speciale di "portfolio exhibit review live" aperta al pubblico. Ogni partecipante ha due minuti di tempo per presentare il proprio reel davanti a tutti gli altri partecipanti. Luca Prasso ha a sua volta due minuti per commentare. In cinque minuti al massimo si passa al successivo candidato. Nessun premio, solo la soddisfazione di mettersi alla prova.

Ore 10.45 INVITED TALK
Future Media: Hopes, Possibilities, Limits
Interviene Ted Nelson visiting professor all’Università di Oxford, filosofo dell’informatica e inventore dell’ipertesto
Partecipano Joseph Conte docente di Letteratura americana e teoria postmoderna alla State University of New York a Buffalo, Carlo Infante docente di Performing Media all’Università di Lecce, all’Accademia di Belle Arti di Macerata e all’Istituto Europeo di Design di Torino


Sala Giolitti

Ore 8.45 MIMOS. Realtà virtuale e beni culturali


Sala Einaudi

Ore 9 Siggraph Reloaded

Virtuality’s Collection. Video Art from the World


Sala Sella
Ore 9 Presentazione dei progetti del Virtual Reality & Multi Media Park


XBOX Room

Ore 9 Prova la XBOX 360!


Virtual Theater

Ore 9 VR Show: Mostra d’arte interattiva in realtà virtuale


pomeriggio CENTRO CONGRESSI TORINO INCONTRA

Sala Cavour

Ore 13.45 CONCORSO VIRTUALITY 2005
Premiazione dei vincitori del concorso internazionale per il Miglior cortometraggio digitale realizzato mediante effetti speciali e/o animazione 3D. Proiezione delle opere vincitrici


Ore 14.45 FASHION, DESIGN E CINEMA
Intervengono Marina Garzoni esperta di moda, ideatrice del talkshow “Moda e Tecnologia”, Beppe Modenese presidente Camera Nazionale della Moda Italiana, Gabriella Pescucci costumista premio Oscar, Javier Reyes fondatore e direttore del settore ricerca e sviluppo di Reyes Infografica
Presiede Flavia Sparacino, fondatrice dello studio di interactive design Sensing Places e ricercatrice al Media Lab del MIT-Massachussets Institute of Technology
Una sfilata di moda virtuale introduce la presentazione di Virtual Fashion Works, il primo e unico sistema software di fashion design che consente la creazione di abiti simulati, prodotto dalla società di Madrid Reyes Infográfica. Parallelamente vengono illustrati gli “effetti speciali” della scenografia e dello spazio e le nuove tecniche di body tracking (ossia di motion capture senza l’uso di marker di alcun tipo) che, elaborate al Media Lab del MIT e successivamente all’interno di Sensing Places, potranno in futuro rivoluzionare sia la presentazione al pubblico del prodotto-abito, sia l’esperienza dello shopping. Nel corso dell’incontro viene anche presentato il concorso 3D Open Fashion Design, promosso a livello internazionale da Reyes Infográfica in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana.

Ore 17 OMAGGIO A
Dante Ferretti scenografo per il cinema e il teatro
Lo scenografo italiano ripercorre le tappe di una carriera coronata, nel 2004, dal premio Oscar per Aviator: dalla lunga collaborazione con Pasolini, al David di Donatello vinto per Il nome della rosa (1986), al debutto a Hollywood con Martin Scorsese, ai tanti lungometraggi (L'età dell'Innocenza nel 1993, Casinò nel 1995, Kundun nel 1997, Gangs of New York nel 2002) che anno dopo anno scandiscono la sua consacrazione internazionale e a cui collabora, con altrettanto successo, la moglie Francesca Lo Schiavo come arredatrice.


Sala Einaudi

Ore 14 Siggraph Reloaded

Virtuality’s Collection. Video-arte dal mondo
Sala Sella

Ore 14 Presentazione dei progetti del Virtual Reality & Multi Media Park



XBOX Room

Ore 14 Prova la XBOX 360!


Virtual Theater

Ore 14 VR Show: Mostra d’arte interattiva in realtà virtuale


DOMENICA 6 NOVEMBRE

CENTRO CONGRESSI TORINO INCONTRA

Sala Cavour

Ore 12.45 VIRTHUALIS
Presentazione del progetto europeo Virthualis, volto a sviluppare lo standard tecnologico che permette di ridurre l’incidenza dei cosiddetti “errori umani” nel settore dell’industria.

Ore 13.45 TEATRO VIRTUALE
Dibattito sulle nuove prospettive dell’arte scenica
alla luce delle tecnologie di realtà virtuale
Intervengono Carlo Infante teorico e docente di Performing Media all’Università di Lecce, Marcel Lì Antunez Rocha performer multimediale, Bino & Cool artisti di Virtual Reality, Hans Hauska senior lecturer al Royal Institute of Technology di Stoccolma,
Franz Fischnaller, Chief designer, Production and Project Manager F.A.B.R.I.CATORS, Italia,
Torbjorn Johansson coordinatore IT all’Università di Umeå, Jackie Matisse artista, Antonio Pizzo docente al DAMS dell’Università di Torino, Agueda Simó artista multimediale
Presiede Josephine Anstey docente alla State University of New York a Buffalo

Ore 16 NEXT GEN CONSOLE
Intervengono Fabrizio Vagliasindi consulente strategico di direzione di Leader e docente di Digital Entertainment Design allo IULM di Milano, Roberto Marino docente di Interactive Design alla Nuova Accademia delle Belle Arti Milano, Federico Rampolla consulente strategico di WPP Group, Mauro Dapit amministratore delegato di Videogame, Massimiliano Catanzaro, project manager Televisione digitale terrestre Mediaset
Con la XBOX 360, in distribuzione commerciale da Natale e presentata in anteprima italiana a Virtuality Conference, entriamo nell’epoca delle cosiddette Next Gen Console. Ma che cosa vuol dire avere macchine consumer dotate di una tecnologia e di una potenza estrema nel salotto di casa per poter “videogiocare”? Forse significa che dovremmo rivedere questo termine, ristretto e obsoleto, per muoverci in una dimensione più filmica di quello che potremmo considerare il nuovo cinema digitale e che siamo alle soglie di un’altra evoluzione (o rivoluzione) tecnologica. Se ne discute in questa sessione dedicata a chi vuole giocare e a chi vuole far giocare. Ma giocare è ancora il termine giusto?
A seguire

Ore 16.45 Next Gen Console: tecnologia e potenzialità nel multiplayer on line
Interviene Evita Barra marketing manager Xbox & games della Divisione Home Entertainment di Microsoft Italia


Ore 17.15 Next Gen Console: design e creatività: come si progettano e realizzano in Italia opere interattive di nuova generazione
Interviene Antonio Farina presidente di Milestone

Ore 17.40 Michael Jones education officer in Digital Media Services al Powerhouse Museum di Sidney


Ore 18 INVITED TALK
Next Generation game graphics of Need for Speed Most Wanted on the XBox 360
Habib Zargarpour sviluppatore senior per EA Canada
Artista grafico, maestro degli effetti speciali (ha ottenuto due nomination all’Oscar, per Twister e The Perfect Storm), Habib Zargarpour ha lavorato per oltre 12 anni all’Industrial Light & Magic (ILM) di George Lucas. All’impegno in campo cinematografico affianca oggi, con grande successo e risultati eccezionali sul piano visivo, il lavoro nel settore dei videogiochi. A Virtuality presenta in anteprima italiana la sua nuova creazione, Need for Speed Most Wanted, titolo next generation di cui ha curato la direzione artistica.


Chiusura dei lavori

http://www.virtualityconference.it














Cerca dentro NOEMA - Search inside NOEMA



Iscriviti! - Join!

 

RSS

 

Top