NOEMA Home › IDEAS
Tecnologie e Società

 

Internet e depressione
Mattia Miani

 

Nel 1998 una famosa ricerca, parte di uno studio condotto alla Carnegie Mellon University, fornì prove di un nesso causale fra l'uso di Internet e la depressione.

Il paradosso di Internet era nato. Paradosso perché i ricercatori furono sorpresi da come una tecnologia come Internet, capace di far comunicare le persone, portasse invece alla depressione e l'isolamento. La spiegazione fu presto trovata: Internet sostituiva legami deboli e superficiali a quelli forti della vita reale.

Uno studio pubblicato di recente dal Journal of Online Behavior sembra rimescolare le carte e proporre una nuova spiegazione per quei risultati. Il concetto da cui partono gli autori del saggio, in una prospettiva socio-cognitiva, è l'esperienza degli utenti: più una persona usa Internet, maggiormente questa persona sarà in grado di usarla con efficacia e guadadgnare convinzione in se stessa (self efficacy). Al contrario, gli utenti novizi tendono a vivere Internet con stress, a causa delle difficoltà tecniche ad essa associate, dalle page not found, ai problemi di linea. Proprio questo stress diminuisce la convinzione in se stessi e porta a un senso di depressione.

Gli utenti intervistati nella ricerca dell'Internet Paradox erano proprio utenti novizi, con meno di due anni di esperienza alle spalle, e potrebbero aver influenzato i dati nel senso del legame causale fra Internete e depressione. Al contrario, questo legame viene meno per gli utenti esperti, per via della variabile interveniente della convinzione in se stessi (self-efficacy).

L'interesse dell'articolo risiede non tanto nel fatto che propone nuove prove empiriche, quanto nella sua capacità di reinterpretare dati esistenti. Infatti, se ci si dovesse basare sui dati empirici si potrebbero facilmente citare dieci ricerche a favore della tesi che Internet causa depressione e altrettante contrarie.

- Reformulating the Internet Paradox:
Social Cognitive Explanations of Internet Use and Depression
by Robert LaRose, Ph.D.; Matthew S. Eastin, and Jennifer Gregg

- Lo studio originale: Internet Paradox
A Social Technology That Reduces Social Involvement and Psychological Well-Being

http://behavior.net/JOB/v1n2/paradox.html
http://www.apa.org/journals/amp/amp5391017.html














Cerca dentro NOEMA - Search inside NOEMA



Iscriviti! - Join!

 

RSS

 

Top