NOEMA Home › IDEAS
Tecnologie e Società

 

Survey 2001
Mattia Miani

 

Il "National Geographic" ci riprova. Dopo Survey 2000, il questionario messo on-line sul sito della rivista nell’autunno del 1998 a cui risposero 80.012 persone di 178 paesi diversi, ai navigatori viene oggi proposta Survey 2001, per raccogliere nuove informazioni sulle abitudini degli utenti di Internet.

Prima precisazione: è ovvio che né i dati creati dalla prima indagine né quelli che saranno prodotti da Survey 2001 hanno la pretesa di costituire un campione statisticamente rappresentativo della popolazione di Internet. Il campione infatti è “self-estracted”, si è cioè autoselezionato fra i visitatori del sito del "National Geographic" e questo non è precisamente una tecnica accurata di campionatura… Nonostante questo, il tipo di elaborazioni che sono state possibili grazie al primo dataset lasciano ben sperare sugli esiti scientifici di Survey 2001. Infatti, nonostante la mancanza di accuratezza statistica, la scelta attenta e non scontata delle variabili in gioco nel questionario ha permesso se non altro di esplorare in modo creativo diverse ipotesi di ricerca su temi quali le abitudini alimentari, i gusti musicali, il senso di attaccamento alla comunità degli utenti di Internet.

Una delle elaborazioni più interessanti, pubblicata di recente su un numero dell’"American Behavioral Scientist" interamente dedicato agli effetti di Internet sulla vita quotidiana, riguarda le relazioni fra uso di Internet (o, meglio, differenti tipologie di uso: asincrono vs. sincrono, navigazione vs. e-mail) e capitale sociale. L’articolo, di cui abbiamo già parlato in una precedente Survey, si pone il problema se Internet aumenti, supplementi o diminuisca il capitale sociale e trova risposte diverse a seconda della dimensione del fenomeno esaminata: legame con altre persone, partecipazione ad organizzazioni, senso di attaccamento alla comunità (on-line e off-line). La ricerca è disponibile sul sito di Barry Wellman, studioso canadese di social network (link 1)

I dati sono disponibili in formato SPSS (il file decompresso è di oltre 100 Mb!), insieme alla documentazione, sul sito della Clemson University (link 2)

Per chi non pensa di avventurarsi in ardite analisi, sono anche disponibili sintesi sul sito del "National Geographic" (link 3)

Dunque non perdetevi la nuova Survey 2001; chi vuole rispondere, in un’ideale opera di solidarietà nei confronti della comunità scientifica, troverà anche un questionario in italiano (link 3)

http://www.chass.utoronto.ca/~wellman/publications/netadd/netadd8b.PDF
http://business.clemson.edu/socio/s2kdata211.htm
http://survey2000.nationalgeographic.com/














Cerca dentro NOEMA - Search inside NOEMA



Iscriviti! - Join!

 

RSS

 

Top