NOEMA Home › IDEAS
Tecnologie e Società

 

Web semantico. Gli agenti intelligenti al servizio della ricerca
Augusta Giovannoli

 

14 dicembre 2006 ore 18
Atrium Torino -  Sala The Tube - Piazza Solferino, Torino
http://www2.trovarsinrete.org/torinocapitalemondialelibro/index.php?p=13&g=1412

Web semantico:
gli agenti intelligenti al servizio della ricerca
14 dicembre 2006 ore 18
In collaborazione con AIB (Associazione Italiana Biblioteche).
"Troppa informazione è uguale a nessuna informazione" nel mare magnum di Internet? Gli algoritmi dei motori di ricerca, il web semantico e la Folksonomia, neologismo usato per indicare una categorizzazione collaborativa attraverso l'uso di parole chiave scelte liberamente dagli utenti, arricchiscono le tecniche tradizionali di classificazione e di indicizzazione del sapere.

"Se l'Utente non andrà all'Informazione l'Informazione andrà all'Utente": sembra essere questa la promessa e la tendenza dei più evoluti sistemi di ricerca in rete. Grandi speranze sono riposte nel web semantico, espressione con cui si fa riferimento alle etichette o tag che le informazioni portano con sé. Informazioni sulle informazioni che servano a pubblicare i dati sul web in modo che essi siano già ricercabili. Informazioni e dati, dunque in un formato adatto alla interrogazione, interpretazione e, più in generale,alla elaborazione automatica. Le diverse parti di un documento sono descritte semanticamente e possono essere elaborate per usi diversi: dall'estrazione di informazioni secondo specifici criteri, alla riformulazione per essere adattato ad altri formati, e ancora alla visualizzazione in funzione delle capacità del terminale a disposizione. Stanno inoltre prendendo piede sul web nuove forme di catalogazione ad esso strettamente connesse come la Folksonomia, un sistema di classificazione che è nato dal basso, dagli utenti del web stesso. Grazie a questi strumenti sarà forse possibile costruire una nuovo modello di biblioteca in rete e ripensare i sistemi di catalogazione del sapere fin qui adottati.

Partecipano: Derrick De Kerckhove, direttore del Programma McLuhan all'Università di Toronto, cattedra Papamarkou in Tecnologia e Pedagogia alla Biblioteca del Congresso di Washington. DC; Massimo Marchiori, ricercatore presso il Dipartimento di Informatica del MIT di Boston e ricercatore in informatica presso l'Università di Venezia; Mauro Lupi, presidente e cofondatore di Ad Maiora Spa, società che si occupa di pubblicità online ed specializzata nei servizi di search marketing, fondatore nel 1997 di MotoriDiRicerca.it ed autore "Motori di ricerca e visibilità sul web" edito da Apogeo nel 2001; Gino Roncaglia, ricercatore in filosofia presso l'Università della Tuscia, dove coordina dal 1996 il seminario interfacoltà di teoria e pratica della scrittura elettronica e ipertestuale. Autore di saggi e articoli sul rapporto tra informatica e scienze umane è coautore dei manuali su Internet pubblicati da Laterza. Coordina la tavola rotonda Eugenio Pintore del Settore Biblioteche della Regione Piemonte
 
@domani
Per un anno intero, a partire dal 23 aprile 2006, Torino sarà la Capitale Mondiale del Libro. In questi dodici mesi, il progetto @domani raccoglierà tutte le iniziative ufficiali dedicate alla scrittura digitale.
Conferenze internazionali, workshop e installazioni multimediali per raccontare le mutazioni della parola nell'epoca di Internet.
@domani è parte del programma Il Linguaggio dei Segni.

http://www2.trovarsinrete.org/torinocapitalemondialelibro/index.php?p=13&g=1412














Cerca dentro NOEMA - Search inside NOEMA



Iscriviti! - Join!

 

RSS

 

Top