NOEMA Home IDEAS
Tecnologie e Società
3
 


Democrazia elettronica
di Mattia Miani

In questo intervento vogliamo affrontare il problema del rapporto fra nuove forme di comunicazione come Internet e nuove forme di parteciapazione politica partendo da un caso concretissimo: il progetto di democrazia elettronica nato a Bologna nell'ottobre 1998. Di questo progetto analizzeremo sia la struttura che i primi risultati che ha dato a cinque mesi dall'inizio della sperimentazione. Entrambi i punti ci serviranno per evidenziare alcuni dei problemi più immediati che si sorgono dal rapporto fra comunicazione mediata tramite computer e partecipazione politica. In conclusione riproporremo il concetto di sfera pubblica di Habermas come particolarmente pertinente per comprendere questo tipo di fenomeni.


 

Festival Cinematografici Online
di Emanuele Melli

Per festival cinematografici online intendiamo le rassegne di film (precedentemente digitalizzati) trasmesse direttamente sugli schermi dei computer attraverso Internet (anche se poi, come vedremo, in alcuni casi i festival virtuali possono anche divenire reali). I festival online sono un fenomeno sempre più frequente per diversi motivi. Innanzitutto, grazie all'evoluzione tecnologica, la visione di un filmato attraverso la Rete, che solo pochi anni fa sembrava un'utopia, è sempre più godibile.


 

DNA Computing
di Kristina Blachere
Tradotto da Francesco Cisternino

Dimenticatevi dell'ultimo processore Intel e delle tribolazioni di Microsoft, la nuova frontiera della tecnologia é rappresentata dal DNA computing. Gli scienziati stanno incorporando del materiale genetico umano all'interno di microprocessori e utilizzano il DNA in provette per risolvere problemi matematici molto complessi. Il risultato potenziale? L'eliminazione di certe malattie e, forse entro alcuni decenni, quei biochip implantabili sui quali abbiamo fantasticato in passato.


 

Alba, arte transgenica, arte del vivente
di Pier Luigi Capucci
Le lapin fluorescent
di Louis Bec
GFP Bunny
di Eduardo Kac

Eduardo Kac, artista brasiliano internazionalmente noto operante con le tecnologie, ha "realizzato" Alba, un coniglio albino molto speciale: quando viene esposto a una luce particolare risplende di una luce verde, diviene fluorescente. Alba, il cui nome come opera d'arte è GFP Bunny, è stata creata artificialmente con una mutazione sintetica del gene GFP della fluorescenza della medusa Aequorea Victoria. Alba è nata in Francia nel Febbraio 2000 grazie all'aiuto dello stesso Louis Bec e degli scienziati Louis-Marie Houdebine e Patrick Prunnet. È uno dei primi esempi di arte transgenica: la creazione di un essere vivente organico complesso, totalmente artificiale, a scopi artistici.
Alba doveva essere presentata pubblicamente dal 19 al 25 giugno all'interno di AVIGNONumérique nella manifestazione "Artransgénique", ma le è stato impedito di apparire, è stata censurata. Di qui l'appello di Louis Bec contro la "proibizione al pubblico di avere accesso a sviluppi scientifici e culturali che lo concernono direttamente" e di "riflettere sulle trasformazioni del vivente operate dalle biotecnologie, nei domini dell'arte, dell'etica e dell'economia".
Sarebbe molto interessante se i lettori di Noema esprimessero il loro pensiero sull'argomento (staff@noemalab.org).


 

L'estetica delle immagini scientifiche
di Maria Letizia Vignola

L'accelerazione del progresso tecnologico rappresenta uno degli aspetti centrali di questo secolo. Il continuo e rapido sviluppo tecnologico ha reso più evidente il rapporto di stretto legame fra arte e scienza. Attraverso i numerosi punti d'incontro si può tentare di valutare se, le immagini scientifiche, possano acquisire un valore estetico. Ma nella realizzazione di immagini eseguite a fini scientifici interviene anche una volontà estetica?



3
 







Projects





Cerca dentro NOEMA - Search in NOEMA




Iscriviti! - Join!

 

RSS

 

Top